giovedì 30 novembre 2017

VACCINI E BOZZA DI MOZIONE IN CONSIGLIO COMUNALE: RICHIESTA AL SINDACO DI ORDINANZA URGENTE E CONTINGIBILE



Si offre al beneficio del pubblico, e dei decisori politici in ambito locale, il seguente documento in formato pdf, da me curato e redatto, che doveva integrare una mozione messa a punto da terzi in ambito politico locale, nel Trevigiano. Il documento si può scaricare ed usare a titolo libero, anche come modelloaffinché possa trovare istanza presso consigli comunali, e possa aiutare il pubblico a comprendere la complessità della situazione che vive l'Italia e la società civile in questi ultimi mesi, lacerata da uno scontro interno che sembra insanabile. L'obiettivo è chiedere alla massima autorità sanitaria locale, il Sindaco, di acquisire consapevolezza della delicata situazione presente in ambito vaccinoprofilassi, collegata alla possibile esclusione scolastica di bambini sani (prevista dalla recente legge vigente nr. 119/2017) in assenza di emergenza sanitaria dichiarata, qualora le famiglie siano inadempienti per scelta personale, e non per incuria. Una consapevolezza che giustifichi la richiesta da parte del Consiglio comunale - o da parte della cittadinanza - di una eventuale ordinanza urgente e contingibile che sospenda in via cautelare - invocando il cosiddetto "principio di precauzione" - soltanto i profili discriminatori e sanzionatori della Legge nr. 119/2017 (non dunque il recepimento in toto della Legge).


LINK BOZZA MOZIONE PER CONSIGLIO COMUNALE
revisione 18 gennaio 2018

La bozza ha dunque come scopo sensibilizzare il primo cittadino ed il Consiglio Comunale in materia di diritti umani ed in materia di bioetica e biomedicina, e soprattutto in merito alla problematica del rischio sicurezza vaccini (rischio particolato solido micro e nano-dimensionato, ad alta densità atomica, riscontrato come estraneo ed inquinante in alcuni campioni di vaccini analizzati), al centro di indagini penali preliminari avviate a seguito di esposto presso la Procura della Repubblica di Udine, a marzo 2017, e trasferite già il 14.03.2017 alla Procura della Repubblica di Roma per competenza. Ma la bozza ha anche lo scopo di indicare chiaramente quali sono le responsabilità ed i precisi doveri - anche morali, non solo in ambito amministrativo e giuridico - dei decisori politici, che non possono sempre nascondersi o dereponsabilizzarsi dietro pareri tecnici. La Commissione Europea è stata estremamente chiara ed esplicita in proposito, anni fa.

Per approfondimenti, si inviata a leggere i testi e gli allegati presenti in questo articolo precedente, dedicati ai sindaci ed  a come sensibilizzarli legittimamente.

SINDACI E VACCINI: COME SENSIBILIZZARE IL PRIMO CITTADINO PER UNA ORDINANZA D'URGENZA E CONTINGIBILE PER SOSPENDERE IN VIA CAUTELARE PROFILI DISCRIMINATORI E SANZIONATORI DELLA L. 119/20

Luca Scantamburlo
30 novembre 2017
ultima revisione bozza mozione: 18 gennaio 2018

Nessun commento:

Posta un commento