domenica 3 settembre 2017

11 SETTEMBRE 2017, ROMA: MANIFESTAZIONE PER IL RIPRISTINO DELLA LEGALITA'


Ripristinare la legalità con il generale Pappalardo, l'11/09/2017, Piazza Montecitorio, ore 15:00
Canale Italia
Pubblicato il 26 ago 2017

Commento personale
Questo invito coraggioso rivolto al pubblico dall'ex Com.te  Generale Antonio Pappalardo dei CC, sembra non attinente alla tematica vaccinoprofilassi e la sua recente riforma avvenuta con controversa Legge 119/2017. Non vi sono infatti relazioni dirette, ma anche questo testo di legge - convertito dal parlamento dopo alcuni emendamenti ad un Decreto legge (il 73/2017) varato d'urgenza, senza presupposti di reale emergenza sanitaria, e dunque di dubbia costituzionalità (vedi il ricorso della Regione Veneto contro la normativa, impugnata davanti alla Consulta, di cui si attende la sentenza) - dimostra tutta l'impreparazione politica dei nostri giorni, che azzardano riforme cruciali in materia sanitaria senza prendere in esame tutti gli aspetti di sicurezza, e senza usare il principio di precauzione.
Dunque, anche questa iniziativa - che ci si auspica resti nell'ambito del rispetto del diritto e della legalità, come sottolineato dallo Stesso ex generale Com.te dell'Arma dei Carabinieri, Antonio Pappalardo - in realtà non fa altro che dimostrare l'illegittimità e la mancanza di credito e di fiducia assoluta fra la gente, che questa classe politica governante ha dimostrato in questi ultimi anni. Ed in particolare negli ultimi mesi, forzando la mano ed accelerando su una delicatissima riforma sanitaria che avrebbe dovuto nascere in un ambito di serena discussione parlamentare, e non con un Decreto legge varato d'urgenza, e ultima tappa di un dibattito mediatico, politico e sociale, anche tecnico-scientifico, che ha polarizzato volutamente la questione, lacerato la società civile, ed è degenerato in un clima di odio, fanatismo e caccia alle streghe, con provvedimenti addirittura di radiazione dall'Albo dei Medici, da parte dell'Ordine dei Medici di alcune città, nei confronti di medici prudenti e soltanto critici sulla obbligatorietà della vaccinoprofilassi, e non critici tout-court verso questa medicina preventiva e di profilassi, che pur presenta problematiche di reazioni avverse che necessitano prudenza ed esami pre-vaccinali.
Luca Scantamburlo
3 settembre 2017

Nessun commento:

Posta un commento